Search  
Per conoscerci ...
Pierre
Pierre Goursat
GPII
Giovanni Paolo II con Pierre
Il nome dell'Emmanuele
Il nome dell'Emmanuele

Nel dicembre 1972, il locale di Rue Jean-Ferrandi divenne troppo piccolo, così Pierre e Martine pensarono che fosse arrivato il momento di dividere il gruppo in due. Il primo gruppo, che aveva il compito di accogliere le persone nuove, si stabilì, nel gennaio 1973, dalle Suore dell'Assunzione, in Rue de l'Assomption, nel XVI distretto; il secondo gruppo, che rimase in Rue Jean-Ferrandi, sarebbe stato un luogo di approfondimento. Nonostante la separazione si cercò di mantenere uno spirito di comunione e di unità. "Ci vorrebbe un nome", si diceva. Decisero di pregare per questo. All'inizio del marzo 1973, Françou Malcor lesse un passo del profeta Isaia (33): "Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la Vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele"; capì subito che il nome del gruppo era "Emmanuele". Qualche giorno dopo Geneviève de Mareuil, membro del gruppo di preghiera e convertita da poco, le parlò di alcuni testi della Bibbia, tra i quali anche i versetti: " Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la Vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele." Françou fu certa dunque che il nome del gruppo era "Emmanuele". Poco dopo, incontrando per le scale suor Ignace-Christine, una religiosa dell'Assunzione che frequentava il gruppo di preghiera, tutta felice, le disse:
- _Ci sono, ho trovato il nome, è...
- "Emmanuele", la interruppe suor Ignace-Christine, prima che Françou avesse il tempo di terminare la frase.
Quanto a Martine, dirà successivamente: _Ah, ecco perché aprendo diverse bibbie, mi ritrovavo sempre sotto gli occhi il testo: "Ecco, la Vergine concepirà e partorirà un figlio, che sarà chiamato Emmanuele!".
Pierre era rimasto profondamente commosso perché: "Sarà chiamato Emmanuele, che significa: Dio con noi" (Mt 1,23) e diceva: _Emmanuele è Dio che è sempre con noi, Dio che combatte con noi, che ci precede nel combattimento."

Un'altra conferma venne da un giovane originario di Melun, Albin, che nello stesso periodo scrisse un poema in ringraziamento per la sua conversione nel gruppo di preghiera e che, ignaro di tutto, intitolò "Emmanuele".

Quando il nome del gruppo venne annunciato, fu unanimemente accolto e riconosciuto con gioia. Grazia e avvenire erano iscritti in quel nome e, da quel giorno, la protezione della Madonna non è mai venuta meno verso l'Emmanuele.


Estratto dal libro"Il fuoco e la speranza", Pierre Goursat fondatore della Comunità delll’Emmanuele
Ed. de l’Emmanuel

Home:Sessioni Estive:San Carlo:Intercessione:Forum Bolsena:Contatti
Copyright (c) 2000-2011 Comunità dell'Emmanuele - Italy - All rights reserved Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy